• Language And The City

CON I NOSTRI MIGLIORI AUGURI DA MILANO !


IL PANETTONE A MODO NOSTRO

Se non conoscete il panettone è difficile riuscire a spiegarvi il suo profumo… è irresistibile ! A Milano, durante il periodo natalizio, tutte le panetterie e le pasticcerie si danno da fare, non solo per presentarli in bella mostra nelle vetrine, ma anche per lasciare che il suo aroma si diffonda per la strada inducendo i passanti ad entrare e comprarlo.

Non riesco a pensare a niente di più natalizio e festoso, quando poi ne tagliate una fetta, ne scoprite anche la straordinaria sofficità e quando lo mettete in bocca, l’aroma de burro, la dolcezza dell’uvetta e dei canditi. Mamma mia… una poesia… Ma come nasce ? Chi lo ha inventato ? Ci sono varie leggende in merito, quella che segue mi sembra la più probabile : Si narra che alla vigilia di Natale, nella corte del Duca Ludovico il Moro, Signore di Milano, si tenne un gran pranzo.

Per quell’occasione il capo della cucina aveva predisposto un dolce particolare, degno di chiudere con successo il fastoso banchetto. Accortosi che il dolce era bruciato durante la cottura, il panico colse l’intera cucina. Per rimediare alla mancanza, uno sguattero della cucina, detto Toni, propose un dolce che aveva preparato per sé, usando degli ingredienti che aveva trovato a disposizione tra gli avanzi della precedente preparazione.

Il capo cuoco, non avendo altro da scegliere, decise di rischiare il tutto per tutto, servendo l’unico dolce che aveva a disposizione. Un “pane dolce” inconsueto fu presentato agli invitati del Duca, profumato di frutta candita e burro, con una cupola ben brunita, fu accolto da fragorosi applausi e, in un istante, andò a ruba. Un coro di lodi si levò unanime e gli ospiti chiesero al padrone di conoscere il nome e l’autore di questo straordinario pane dolce. Toni si fece avanti dicendo di non avergli ancora dato nessun nome.

Il Duca allora lo battezzò con il nome del suo creatore e da quel momento tutti mangiano e festeggiano con il “pan del Toni”, ossia il panettone, famoso ormai in tutto il mondo. Ciò detto, nell’usanza milanese il panettone viene spesso accompagnato da una ricca crema al mascarpone oppure da una crema al cioccolato, io ne ho pensata una più leggera e dal momento che mi piace reiventare i cibi, ne ho tagliato delle fette a forma di stella, le ho farcite con la mia crema alla ricotta e l’ho sploverizzato con lo zucchero a velo.

- 1 panettone da 1 Kg. - 2 tuorli d’uovo - 100 gr. di zucchero - 200 gr. di ricotta - zucchero a velo a piacere

1 - Tagliare dei dischi di panettone alti cm.3 l’uno, partendo dalla base. 2 - Mettete un disco di panettone per volta fra 2 fogli di carta da forno e schiacciatelo con il mattarello per renderlo più sottile. 3 - Prendete una formina da biscotti a forma di stella del diametro di cm.10 e tagliate le stelle di panettone, ne serviranno 12. 4 - Preparate quindi la crema, iniziando a sbattere i tuorli d’uovo con lo zucchero, aggiungete la ricotta e mescolate fino ad ottenere una crema liscia. Lasciate la crema in frigorifero per 1 ora circa. 5 - Una volta raffreddata, mettetene una dose abbondante su una stella di panettone e ricopritela con l’altra fetta di panettone. 6 - Decorate con lo zucchero a velo passato al colino e con dei frutti di bosco a piacere. 7 - Assaporatene quindi la delizia e… BUONE FESTE A TUTTI !!

Guest blogger : Raffaella Mattioli In LUUK Magazine, Raffaella Mattioli propone ricette veloci, gustose e leggere per aver golosamente cura di se stessi e del proprio tempo. Inoltre, offre consigli e suggerimenti preziosi per esplorare il mondo attraverso profumi e sapori. Raffaella possiede due grandi passioni, le pietre preziose e la cucina. Della prima ha fatto un lavoro, della seconda un hobby con cui rilassarsi, giocare con le figlie e allietare gli amici.

Thanks for sharing and liking our work. Be sure to subscribe to this blog via email to get our updates. You can also connect with us on twitter LanguageATC, Linkedin and our Facebook pages :

A Milano | A Roma | A Paris - Language And The City

Ciao for now

Laurence Franzini


10 views

​+44 (0)20 8133 2641

info@languageandthecity.com